Sintesi PTOF

piano triennale offerta formativa

PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA (PTOF)

PROGETTUALITÀ EDUCATIVA TRIENNIO 2015-2018
Anno scolastico 2017-2018

Il Ptof, secondo la normativa, è il documento che costituisce l’identità della scuola. Il Ptof evidenzia le attività di progettazione ed esecuzione del percorso educativo e formativo, tenuto conto anche del contesto socio-economico e culturale del nostro territorio.
Il Ptof è uno strumento flessibile e modificabile, a seconda delle richieste formative e organizzative della scuola; esso ha come obiettivo quello di migliorare l’offerta formativa tenendo conto delle indicazioni del Ministero dell’Istruzione e dell’Ufficio Scolastico della Lombardia e dei bisogni dell’utenza. Viene formulato e steso dal Collegio dei Docenti e adottato dal Consiglio d’Istituto.

Il presente Piano dell’Offerta Formativa d’Istituto è il prodotto di una riflessione collegiale maturata in seguito alla stesura del Rapporto di Autovalutazione (RAV, come previsto dal D.M. 11/2014) e del conseguente Piano di Miglioramento, procedure nelle quali è stato chiesto all’Istituto di individuare le priorità della propria azione formativa e di progettare interventi per raggiungerle.

Dalla compilazione del Rapporto di Autovalutazione (a.s. 2014-2015 e successiva revisione nell’a.s. 2015-2016) sono emerse le seguenti priorità:

  • miglioramento del rapporto tra gli studenti e del rispetto reciproco;
  • integrazione con il territorio.

 

LE  NOSTRE RADICI

Il credo educativo dalla nostra scuola si basa sulla vocazione educativa di Don Mario Bottoglia, che ha  fondato  la «Casa del Giovane» nel 1954 a Castiglione delle Stiviere.

Don Mario utilizza come sede la casa lasciatagli dal padre e la trasforma in un centro di aggregazione giovanile, col sogno di farla diventare un punto di riferimento per i ragazzi del paese.

Le nostre radici stanno quindi in questa passione educativa e la denominazione stessa vuole indicare il clima di familiarità e disponibilità dell’organizzazione a favore degli adolescenti e dei preadolescenti.

Il sacerdote ed i suoi collaboratori, molto sensibili ai problemi della gioventù, recuperano l’idea di Don Bosco e accanto all’attività educativa, ricreativa e sportiva, organizzano un doposcuola per ragazzi con l’obiettivo di far nascere in loro la motivazione allo studio; dall’esigenza del territorio di avere professionisti formati nascono: corsi serali, corsi per il conseguimento della licenza media, la scuola professionale e l’istituto tecnico.

È su queste basi che nel 2004 viene fondata la scuola media «Blaise Pascal», che vuole essere una continuazione delle idee e dei valori del fondatore e rispondere alla richiesta di un gruppo di genitori del territorio, che sentivano la necessità di creare un contesto attento alle esigenze dei loro figli; il loro desiderio era quello di inserirli in un ambiente che, con impegno e sincero coinvolgimento,  fornisse un sostegno e una guida in questa fase delicata dell’evoluzione.

Questa attività sta continuando da undici anni, grazie alla collaborazione con i genitori, che condividono i valori di questo cammino educativo.

L’Istituto, oltre a svolgere il suo compito specifico di formazione culturale, promuove la crescita e la maturazione della persona, in un atteggiamento di fiducia, di collaborazione e di dialogo fra tutte le componenti: dirigenti, docenti, personale ausiliario, specialisti, alunni e famiglie.

La scuola si avvale della collaborazione di docenti che lavorano con passione e competenza e condividono la linea educativa basata sui valori cristiani, pur nel rispetto delle diverse ideologie e di chi le professa.

VISION

L’Istituto intende fornire un’educazione umana e cristiana attraverso un insegnamento autorevole, attento e qualificato.

MISSION

La nostra missione è rendere gli alunni protagonisti del loro percorso di crescita umana e scolastica; è a partire da loro che ogni attività didattica e progettuale dovrà essere elaborata.

Noi crediamo che:      

“… L’EDUCAZIONE SIA QUESTIONE DEL CUORE…”

Dalle “Lettere” di San Giovanni Bosco

“…se perciò sarete veri padri dei vostri allievi, bisogna che voi ne abbiate anche il cuore; e non veniate mai alla repressione o punizione senza ragione e senza giustizia, e solo alla maniera di chi vi si adatta per forza e per compiere un dovere.

“Quante volte, miei cari figlioli, nella mia lunga carriera ho dovuto persuadermi di questa grande verità!  E’ certo più facile irritarsi che pazientare,  minacciare un fanciullo che persuaderlo…”

“Difficilmente quando si castiga si conserva quella calma, che è necessaria per allontanare ogni dubbio che si opera per far sentire la propria autorità”.

“Riguardiamo come nostri figli quelli sui quali abbiamo da esercitare qualche potere. Mettiamoci quasi al loro servizio…”

“Non agitazione dell’animo, non disprezzo negli occhi, non ingiuria sul labbro; ma sentiamoci la compassione per il momento, la SPERANZA per l’avvenire, ed allora voi sarete i veri padri e farete una vera correzione…….ricordatevi che l’educazione è cosa del cuore”.

 

OBIETTIVI EDUCATIVI

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto ha elaborato il Piano Triennale dell’Offerta formativa per sviluppare una progettualità di ampio respiro che garantisca, per ogni alunno/a, il pieno sviluppo umano, cognitivo e culturale.

Per raggiungere tale obiettivo è necessario affrontare le importanti sfide educative che il nostro tempo ci impone:

  • superare la frammentazione e la superficialità dei saperi, al fine di potenziare la capacità di individuare connessioni tra le diverse discipline, intese non come serbatoi statici di informazioni, ma come punti di vista per analizzare, comprendere ed interpretare una realtà interconnessa e complessa;
  • promuovere i valori del rispetto, della solidarietà, della condivisione, della comprensione dell’altro, della legalità;
  • sostenere i ragazzi nella costruzione della propria identità e nello sviluppo delle competenze fondamentali;
  • favorire la capacità di ragionamento critico, l’autonomia operativa e la consapevolezza di sé;
  • proporre interventi didattici che, andando oltre una semplice impostazione trasmissiva delle conoscenze, rendano gli studenti e le studentesse protagonisti attivi del loro processo di apprendimento;
  • sostenere il successo formativo di ogni alunno/a tramite percorsi didattici personalizzati, che sono elaborati dai docenti sulla base degli specifici bisogni educativi di ciascuno.

 

progettualita-ptof-media-pascal

METODOLOGIE DIDATTICHE E STRUMENTI

DidatticAttiva

Risulta sempre più evidente la difficoltà dei preadolescenti e adolescenti – sovrastimolati e abituati dalle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ad una fruizione superficiale delle informazioni – a sviluppare metodicità esecutiva e costanza nell’attenzione. Si pone pertanto ai Docenti la necessità di superare i metodi didattici tradizionali, esclusivamente trasmissivi ed incapaci di coinvolgere attivamente gli alunni, a vantaggio di tecniche di insegnamento che mettano l’alunno al centro del proprio percorso formativo.

È per raggiungere questo obiettivo che lo svolgimento delle attività didattiche si basa prevalentemente su metodi di insegnamento che favoriscono la partecipazione attiva degli studenti, stimolando partecipazione, dubbi, discussioni costruttive, espressioni creative. Il processo di apprendimento dei ragazzi, infatti, risulta efficace se è:

  • partecipato;
  • sperimentato in un ambiente stimolante e sereno;
  • fondato su attività significative, ossia pertinenti allo sviluppo di competenze negli studenti e da loro stessi percepiti come utili alla loro formazione presente e futura.


L’apprendimento attivo:

  • aiuta a sviluppare il pensiero critico;
  • sostiene lo sviluppo delle competenze, ossia il saper agire in situazione attivando le proprie risorse e abilità;
  • aiuta gli studenti a cogliere le connessioni interdisciplinari delle esperienze e delle tematiche proposte;
  • promuove la cooperazione tra alunni;
  • sostiene l’autostima e la motivazione;
  • appassiona allo studio.

apprendimento-attivo-media-pascal

Al servizio della piena formazione degli alunni

Tuttavia, per far sì che il percorso intrapreso dall’Istituto e dai Docenti tutti possa effettivamente garantire il successo formativo dei nostri alunni è necessario adottare strategie di personalizzazione dei percorsi di apprendimento, sulla base delle esigenze educative manifestate da ciascun allievo. Il metodo di insegnamento, infatti, deve necessariamente avere le caratteristiche della flessibilità e della pluralità, per essere al servizio della piena formazione degli alunni, ciascuno dei quali è unico nei propri bisogni.

La costruzione di percorsi di apprendimento personalizzati prevede anche la progettazione di attività mirate di recupero degli apprendimenti e potenziamento delle eccellenze, calibrate sulla base di specifici obiettivi.

Per lo svolgimento delle attività didattiche curricolari ed extracurricolari, nonché dei progetti didattici e dei percorsi di recupero e potenziamento, i Docenti si avvalgono delle seguenti metodologie:

formazione-alunni-scuola-media

CONTATTARE LA SCUOLA

Tel.             0376-639848

Fax.            0376-670697

e-mail         segreteriapascal@fondazionecasadelgiovane.it

direzionepascal@fondazionecasadelgiovane.it

Sito Web     www.mediapascalcastiglione.it

 

La segreteria è aperta e disponibile:

tutte le mattine,  dal Lunedì al Sabato, dalle Ore 8.00 alle Ore 13.00

ed i pomeriggi di Mercoledì e Giovedì dalle Ore 14.30 alle Ore 17.30.

 

Alunni iscritti e frequentanti (a.s. 2016-2017)

Alunni classe primaAlunni classe secondaAlunni classi terze
n. 26n. 27n. 28

 

CALENDARIO SCOLASTICO

  • Le lezioni per l’anno scolastico 2016-2017 avranno inizio  il 12 settembre 2016 e termineranno  il giorno giovedì 8  giugno 2017.
  • Sospensione didattica:
    – 31 ottobre 2016 – 1 novembre 2016
    – 8 dicembre 2016
    – dal 23 dicembre 2016 al 7 gennaio 2017
    – 27 e 28 febbraio 2017
    – 09 marzo 2017
    – dal 13 al 18 aprile 2017
    – 24 e 25 aprile 2017
    – 2 e 3 giugno 2017
  • Il numero dei giorni di lezione è in linea con le disposizioni normative, che prevedono un minimo di 200 giorni di lezione.
  • Le lezioni si svolgono dalle ore 8.00 alle ore 13.00, dal lunedì al sabato (secondo la preferenza espressa dalla maggioranza delle famiglie nel questionario somministrato alla fine dell’a.s. 2015-2016). Il monte ore settimanale è di 30 ore (29 ore di insegnamenti curricolari più 1 ora di approfondimento di italiano). L’Istituto ha optato per l’adozione di un orario compatibile con quello dei mezzi di trasporto utilizzati dagli alunni e con gli impegni delle famiglie. La durata effettiva dell’ora di lezione è di 60 minuti.
  • Per le entrate o le uscite fuori orario il genitore (o chi ne fa le veci) deve presentare richiesta scritta e firmata con l’indicazione dei motivi ed, eventualmente, dell’identità della persona delegata al prelievo dell’alunno.
  • L’anno scolastico è suddiviso in quadrimestri, al termine dei quali si tiene una sessione scrutinante. Il Collegio Docenti ha optato per tale articolazione poiché consente a insegnanti e alunni di avere un arco di tempo più ampio per lo svolgimento delle attività didattiche e delle eventuali attività di recupero degli apprendimenti.
  • L’orario di ricevimento settimanale dei docenti viene comunicato alle famiglie insieme al calendario degli impegni e delle scadenze quadrimestrali.
  • Per ogni quadrimestre è prevista una giornata dedicata ai colloqui generali con tutti gli insegnanti. Primo quadrimestre: giovedì  24 novembre 2016Secondo quadrimestre: giovedì 6 aprile 2017.
  • La lingua straniera  per tutte  le Classi è l’inglese potenziato (5 ore settimanali).

SERVIZI

servizi-scuola-media

 

REGOLAMENTO D’ISTITUTO

 

 

Regolamento d’Istituto

Anno scolastico 2017-2018

 

 

Senso del dovere

Chi sceglie di frequentare l’Istituto «Blaise Pascal» si impegna ad adempiere con serietà il proprio lavoro di studente: gli allievi devono partecipare alle lezioni collaborando attivamente e svolgendo con ordine, metodo e puntualità i compiti assegnati.

 

Contegno nell’Istituto           

  • Gli allievi avranno cura che i rapporti con la Direzione, i Docenti, il Personale non Docente ed i compagni siano improntati a gentilezza, rispetto, sincerità ed onestà, virtù che trovano il loro fondamento nei principi umani e cristiani che animano la proposta formativa dell’Istituto.
  • In tutti gli ambienti in cui gli allievi si raccolgono, in relazione ai diversi momenti della vita scolastica, è richiesto un  atteggiamento adeguato alle circostanze.
  • Durante le lezioni gli alunni devono prestare la massima attenzione, così da ottenere un  buon esito del processo di
  • Durante gli intervalli è opportuno evitare scherzi pericolosi, spintoni o atti che possano essere di danno per sé e per gli altri.
  • Non si deve lasciare per nessun motivo l’ambiente in cui ci si trova senza l’autorizzazione di uno dei responsabili della sorveglianza.
  • Nella sala della mensa si esige un comportamento di assoluto rispetto nei confronti del personale di servizio, dei compagni e del cibo.
  • Gli alunni devono essere vestiti in modo consono all’ambiente scolastico.
  • Gli ambienti e le attrezzature scolastiche non vanno danneggiati in nessun modo.
  • I libri di testo, inclusi naturalmente quelli ricevuti in prestito dalla scuola, devono essere custoditi con cura.
  • Gli alunni potranno uscire dalle aule durante le lezioni solo eccezionalmente e in caso di reale necessità, previa autorizzazione dell’insegnante.
  • Gli alunni potranno usufruire dei servizi igienici prima delle ore 8 e durante l’intervallo; è consentito loro di recarsi ai servizi durante le lezioni se autorizzati dall’insegnante;
  • Durante l’intervallo gli alunni non potranno rimanere in aula.
  • Alla fine delle lezioni gli alunni non dovranno dimenticare il materiale scolastico personale.
  • Per evitare spiacevoli incidenti gli alunni non devono portare a scuola oggetti di valore, somme rilevanti di denaro, oggetti preziosi (la scuola non è responsabile di eventuali furti subiti).
  • È vietato portare a scuola materiali non richiesti dai docenti (ad esempio videogiochi, giochi di carte, libri extrascolastici).
  • Gli alunni che si recano a scuola con in telefono cellulare sono tenuti a consegnarlo al personale di segreteria al momento del loro ingresso nell’Istituto e a ritirarlo alla fine delle lezioni, pena l’immediato ritiro e la riconsegna ai genitori.
  • In caso di reale necessità,  il telefono della segreteria è a disposizione per comunicazioni con le famiglie.

 

Partecipazione alla vita scolastica

  • Gli allievi sono tenuti a presentarsi puntualmente alle lezioni che avranno inizio alle ore 8.00, anche se l’ingresso a scuola è consentito dalle 7.30.
  • L’alunno che arriva dopo le 8.00 deve essere accompagnato da un genitore.
  • Gli alunni potranno lasciare anticipatamente la scuola solo se accompagnati da un genitore o da un parente munito di delega scritta. Il genitore o il delegato maggiorenne si assumerà la responsabilità firmando l’apposita richiesta.
  • Dopo un’assenza dalle lezioni gli alunni dovranno recarsi presso la Segreteria della scuola con il diario scolastico personale compilato negli appositi spazi riservati alla giustificazione, sottoscritto da un genitore o da chi ne fa le veci.
  • Al termine delle lezioni, dopo il suono della campana, gli allievi usciranno dalla scuola con ordine.
  • Gli alunni sono tenuti a frequentare regolarmente le lezioni; in caso di assenza devono mantenere i contatti con i compagni di classe e consultare il registro elettronico per informarsi sul programma svolto e sugli esercizi assegnati, facendo il possibile per rientrare in classe con una preparazione adeguata.
  • Per la validità dell’anno scolastico è necessario non superare il 25% dei giorni di assenza.

N.B. Si fa presente agli alunni che usufruiranno del servizio mensa e dello studio guidato che, anche durante le ore pomeridiane, sarà vigente il presente regolamento.

 

Rapporti disciplinari

I provvedimenti disciplinari hanno finalità educative e non punitive; tendono al rafforzamento del senso di responsabilità e al ripristino di comportamenti corretti all’interno della comunità scolastica. Le sanzioni non interferiranno con il profitto.

Per le violazioni al regolamento verranno comminate le seguenti sanzioni.

Tipo di mancanzaSanzioneOrgano Competente

 

Mancanza  di rispetto nei confronti di compagni, personale docente e non docente.Richiamo e comunicazione alla famiglia sul libretto personale e/o sul registro elettronico.

Nota sul registro elettronico.

Eventuale assegnazione di compiti di punizione.

Se la mancanza è grave, eventuale sospensione dalle lezioni.

 

Preside, Docenti.

Ripetuti ritardi.Eventuale ripercussione sul voto di condotta. 

Preside, Docenti.

Danni alle coseComunicazione alla famiglia e risarcimento del danno. 

Preside.

 

Uso e detenzione del cellulare, negli ambienti  scolastici, durante le uscite didattiche, visite guidate, viaggi d’istruzione.

Utilizzo di videogiochi, ecc….

 

Ritiro immediato del cellulare, dei videogiochi, ecc… che verranno riconsegnati a uno dei genitori.

Eventuale ripercussione sul voto di condotta.

In casi particolarmente gravi la Preside deciderà l’opportuna sanzione disciplinare.

 

Preside, Docenti.

Mancanza di giustificazione delle assenze

Mancanza di firma sulle prove di valutazione.

Falsificazione delle firme.

Inadempienza dei compiti assegnati.

Negligenza nella gestione del materiale scolastico.

 

Comunicazione alla famiglia. Assegnazione compiti di punizione.

Eventuale nota sul registro elettronico.

Eventuale ripercussione sul voto di condotta.

 

Preside, Docenti

 

La concorrenza tra più trasgressioni è punita con la diminuzione del voto di condotta nello scrutinio finale.

 

Altre sanzioni.

Sanzioni che prevedono l’allontanamento dall’Istituto fino a 3 giorni: sono adottate dal Preside nella necessità di un  intervento immediato a fronte di comportamenti di grave maleducazione, di offesa al decoro personale, alla religione, alle istituzioni o di atti che comunque creino turbamento nella comunità scolastica.

Sanzioni che prevedono l’allontanamento dall’Istituto da 4 fino a 15 giorni: sono adottate dal CC nella composizione allargata, fatto salvo il dovere di astensione dal voto dei genitori interessati. Sono previste per fatti particolarmente gravi che turbino il regolare svolgimento delle lezioni, per gravi mancanze verso gli insegnanti e il personale della scuola tutto, per atti di sopraffazione nei confronti di coetanei disabili o comunque in situazione di difficoltà, per atti di prevaricazione e bullismo nei confronti dei compagni di classe, offesa al decoro personale, alla religione, alle istituzioni o atti che comunque creino turbamento nella comunità scolastica. La durata della sospensione è commisurata alla gravità del fatto.

Sanzioni che prevedono l’allontanamento dall’Istituto per una durata superiore a 15 giorni: sono adottate dal Consiglio di Istituto, per reati che violino gravemente la dignità della persona (violenza privata, minacce, percosse) o creino situazioni di pericolo per l’incolumità delle persone, allagamento, uso di sostanze stupefacenti e/o spaccio, incendio.

Sanzioni che comportano l’allontanamento fino al termine delle lezioni con esclusione dallo scrutinio finale e non ammissione all’Esame di Stato: sono adottate dal Consiglio di Istituto in casi di recidiva di atti di violenza gravi, tali da ingenerare elevato allarme sociale.

Le sanzioni vengono annotate sul registro elettronico e inserite nel fascicolo personale dell’alunno, di cui fanno parte integrante a tutti gli effetti.

In particolare il C.D. e C.I. autorizzano il Dirigente scolastico a procedere alla sospensione immediata fino a tre giorni, SENZA CONVOCARE preventivamente il Consiglio di Classe.

 

Ricorsi

Contro tali sanzioni è ammesso ricorso ad un apposito Organo di garanzia interno alla scuola da parte dei genitori o degli alunni entro 15 giorni dalla data di comunicazione della sanzione. La decisione di tale Organo deve arrivare entro e non oltre 10 giorni salvo la conferma della sanzione.

In caso di rigetto del ricorso è possibile rivolgere reclamo all’Odg regionale, che si pronuncia entro 30 giorni dalla data del ricorso. Ulteriori dettagli su questo punto sono contenuti nello Statuto degli studenti e delle studentesse.

 

Rapporti con le famiglie

La Scuola Media Pascal ha per scopo la formazione degli allievi secondo gli orientamenti espressi  nel progetto educativo. È necessario che i giovani e le famiglie conoscano, condividano e sostengano le norme e le disposizioni del presente regolamento. L’appoggio e la collaborazione dei genitori sono ritenuti in ogni caso indispensabili alla riuscita dell’opera educativa, dunque ad essi si richiede una partecipazione attiva e premurosa alla formazione dei loro figli. Scuola e famiglia devono tenere un comportamento atto a valorizzare le figure educative (docenti, non docenti e genitori) agli occhi dei ragazzi.

 

Ai genitori viene chiesto di:

  • controllare il diario scolastico personale e il registro elettronico;
  • partecipare alle assemblee di classe e ai colloqui programmati;
  • comunicare alla scuola eventuali allergie, problemi di salute o altro;
  • verificare, per il raggiungimento di una graduale autonomia degli alunni, che i figli abbiano sempre il diario e il materiale necessario allo svolgimento delle lezioni;
  • comunicare agli insegnanti e al Dirigente Scolastico eventuali problematiche o necessità legate al proprio figlio;
  • non accedere ai locali scolastici durante le lezioni, al fine di non interromperne le attività. In caso di assoluta urgenza i genitori potranno fare riferimento al personale di Segreteria; in caso di dimenticanza si chiede di evitare di portare a scuola quanto dimenticato;
  • condividere e collaborare al progetto educativo e formativo dell’Istituto, controfirmando il Patto di Corresponsabilità allegato al presente regolamento.

 

Piano di sicurezza

L’Istituto è dotato di un proprio piano di sicurezza e prevenzione infortuni, all’interno del  quale è previsto un piano di evacuazione dell’edificio scolastico.

In caso di incendio: in ogni locale sono esposti i percorsi di sicurezza a cui attenersi in caso di incendio e i punti di ritrovo esterni nei piazzali; è fatto divieto a chiunque di utilizzare gli ascensori.

Gli addetti antincendio coordineranno eventuali situazioni di emergenza e le prove di evacuazione al segnale di abbandono dell’edificio.

In caso di primo soccorso si provvederà a contattare la Segreteria, che chiamerà immediatamente gli incaricati di primo soccorso interno e/o il servizio di soccorso pubblico.

 

Organi collegiali

È garantito il funzionamento degli organi collegiali della scuola.

La composizione e le competenze di questi organismi sono determinate in base alla normativa vigente.

Castiglione delle Stiviere, settembre 2016

 

PROGETTI  DIDATTICI CURRICOLARI

 

  • Articolazione triennale delle attività e degli obiettivi formativi

 

  • Impostazione interdisciplinare

 

  • Metodologie didattiche attive

 

  • Finalità: sviluppo e consolidamento delle competenze chiave

 

PROGETTO ACCOGLIENZA

Classi di riferimento:Classi prime
Periodo di svolgimento:Mese di settembre
Obiettivi:
  • Facilitare l’inserimento degli alunni delle classi prime all’interno della  nuova realtà scolastica;
  • illustrare le regole dell’Istituto e le norme di comportamento;
  • promuovere i valori del rispetto, della tolleranza, della comprensione dell’altro;
  • favorire la conoscenza tra studenti e insegnanti;
  • promuovere la socializzazione all’interno del gruppo classe.
Attività:Attività di accoglienza e interazione tra docenti e alunni per favorire l’ambientazione e la formazione di un gruppo classe armonico.
Docenti responsabili:Tutti i docenti

 

ORIENTAMENTO SCOLASTICO

“Crescere e scegliere…che avventura!”

Sapersi orientare in un nuovo ambiente scolastico, essere consci delle proprie responsabilità, individuare un buon metodo di studio e prepararsi per una giusta scelta della scuola superiore sono le caratteristiche di un processo evolutivo graduale e continuo che i ragazzi devono imparare a compiere nell’ambito del percorso di studi della Scuola Secondaria di Primo Grado.

La scelta finale della scuola superiore è la prima, importante, decisione che i ragazzi sono chiamati ad attuare nel loro percorso scolastico e personale. È un momento difficile, complesso, espressione di una capacità che si applicherà anche in futuro nella loro vita e che comprende condizionamenti sociali, familiari ed emotivi.

L’azione della scuola deve essere pertanto quella di aiutare i ragazzi ad una scelta consapevole attraverso un percorso informativo ma soprattutto formativo, che inizia dalla classe Prima. Diventa perciò fondamentale considerare quali sono le motivazioni, l’autoefficacia personale ed i processi di apprendimento del singolo e che genitori ed insegnanti lavorino in sinergia, per poter rendere l’alunno autonomo, consapevole e protagonista della sua scelta, tenendo conto di una oggettiva valutazione (abilità, inclinazioni, interessi e metodi di studio).

Non esistono scelte di serie A e serie B, pertanto gli allievi e i loro genitori dovranno, con l’aiuto della scuola, alla fine del percorso scolastico, operare la loro scelta tenendo soprattutto conto dei talenti personali e delle diverse forme di intelligenza.

 

È quindi importante, per i nostri ragazzi:

  • Conoscersi ed ascoltarsi
  • Sapersi porre un obiettivo e canalizzare le energie per raggiungerlo
  • Avere delle figure significative che aiutino a fare queste scelte
  • Sapere quali sono le modalità di approccio allo studio
  • Saper operare delle scelte e prendere delle decisioni

 

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Periodo di svolgimento:Mese di settembre
Obiettivi:Classe Prima:

1.   Socializzazione con il nuovo contesto scolastico

2.   Sviluppo di un buon metodo di studio

3.   Consapevolezza delle proprie risorse personali da investire nella nuova esperienza scolastica

4.   Sviluppo della capacità di autovalutazione

Classe seconda:

1.   Affrontare le problematiche connesse al percorso di sviluppo adolescenziale

2.   Sviluppare una maggiore consapevolezza dei propri talenti

3.   Approfondire le caratteristiche socio-economiche del territorio attraverso i primi incontri con figure professionali/lavorative

Classe terza:

1.   Costruire un progetto personale di scelta

2.   Sviluppare la consapevolezza del rapporto esistente tra scelte scolastiche, professionali e  progetto di vita

3.     Rilevare le aspettative dei singoli ragazzi, per renderli consapevoli delle stesse

Attività:Classe prima:

  • supporto nell’individuazione e nello sviluppo di un metodo di studio efficace;
  • avviamento al riconoscimento dei propri punti di forza e di debolezza al fine dell’autovalutazione;
  • lavori di gruppo finalizzati allo sviluppo di capacità progettuali, rispetto dei compiti e dei tempi assegnati.

Classe seconda:

  • approfondimento della realtà socio-economica del territorio;
  • incontri con figure professionali significative;
  • uscite didattiche presso aziende e realtà produttive del territorio.

Classe terza:

  • presentazione e approfondimento dell’offerta formativa delle scuole secondarie di secondo grado del territorio;
  • attività di sostegno agli alunni e alle famiglie nella scelta della scuola secondaria di secondo grado e stesura, da parte del Consiglio di Classe, di un consiglio orientativo per ogni studente;
  • approfondimento delle capacità di autovalutazione, collaborazione, autonomia.
Docenti responsabili:Tutti i docenti sono interessati e coinvolti nel progetto a larga scala; per le classi terze le docenti referenti sono le insegnanti di Lettere:

·         Marzia Borzi

·         Noemi Ferrari

AFFETTIVITÀ E PREADOLESCENZA

La preadolescenza è un periodo dello sviluppo che si colloca all’incirca fra i dieci-undici e i tredici-quattordici anni.

Questo periodo è caratterizzato da un’accelerazione della crescita fisica e da una  trasformazione della sfera emozionale che assume una notevole importanza perché l’adolescente comincia a definire le proprie scelte personali e sociali.

Egli avverte sempre di più il bisogno di compiere, in condizioni di piena autonomia, delle sperimentazioni nei vari ambiti (da quello dell’ambiente fisico a quello sociale), i rapporti con gli adulti si fanno più difficili e si incrementano le discussioni con i genitori o con le figure di riferimento, che perdono autorità e sono sostituiti dai coetanei.

La preadolescenza è l’età in cui si viene a definire il sé, in cui si sente il bisogno di emanciparsi dalle figure genitoriali ed è in questa fase che la scuola assume un’importanza fondamentale sia nel supporto alle famiglie, che si trovano ad affrontare la crescita “burrascosa” dei figli, sia nel supporto ai preadolescenti collocando i docenti in un ruolo di figure adulte positive.

La fase della preadolescenza comprende anche l’evoluzione sessuale, che coinvolge tutta la personalità del giovane, al di là della sua identità corporea ma toccando anche quella psicologica, sociale e di rapporto umano con gli altri.

In questa prospettiva è indispensabile fornire ai ragazzi gli strumenti per meglio comprendersi dando la possibilità di confrontarsi e riflettere all’interno del gruppo classe in un clima di fiducia reciproca e di ascolto sereno. Creare un progetto di questa natura evita che gli alunni si chiudano in loro stessi, in modo rigido e stereotipato, e li stimola ad assumere coscienza di ciò che sta accadendo loro, a rispettare se stessi e gli altri, a prendere decisioni in modo autonomo e ad avere un atteggiamento positivo e critico nei confronti della sessualità.

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Periodo di svolgimento:Secondo quadrimestre
Obiettivi:Classe prima:

● riflessione sui valori dell’amicizia, della lealtà, della condivisione;

● riflessione sulle proprie emozioni;

● rispetto della sensibilità e della personalità altrui.

Classe seconda:

● approfondimento sui valori dell’amicizia;

● maturazione di un atteggiamento rispettoso e tollerante verso l’altro.

Classe terza:

● Rispetto per se stessi e per gli altri;

● costruzione armonica della propria personalità;

● capacità di scelte affettive autonome;

● sviluppo di un atteggiamento positivo nei confronti della sessualità;

● accettazione dei comportamenti critici.

Attività:
  • Discussioni guidate;
  • riflessioni sollecitate tramite la visione di film, la lettura di testi significativi, l’analisi di comportamenti e bisogni.
Docenti responsabili:
  • Noemi Ferrari
  • Marzia Borzi
  • Musatti Marta
  • Guardini Suor  Annamaria
  • Marta Travagliati
  • Sibilla Peverada
Figure esterne coinvolte:
  • Agnese Gabana
  • Dott.ssa Marzia Manfredi (pedagogista)
  • Medici esterni da definire

 

Per quanto attiene l’aspetto fisico della preadolescenza,  l’Istituto si avvarrà della consulenza  di medici esterni  che opereranno all’interno delle classi e risponderanno a quesiti preparati dagli allievi. Per quanto riguarda l’aspetto psicologico ci saranno degli interventi con la pedagogista Dott.ssa Marzia Manfredi.

Di seguito sono esposte in modo dettagliato le attività previste per la classe terza, articolate per disciplina.

ITALIANO

Periodo di svolgimento: gennaio-aprile

Obiettivi formativi:

ConoscenzeCompetenze
Conoscere cambiamenti fisici e psichici  dell’adolescenzaComprendere   la relazione tra le modificazioni fisiche, quelle psicologiche e i comportamenti sociali.
Conoscere il concetto di identità personale sociale e sessualeAumentare la conoscenza e l’accettazione di sè, rafforzando l’autostima
Conoscere  differenze tra i due sessi dal punto di vista fisico e socio-culturaleAcquisire consapevolezza  della propria identità personale, sociale, sessuale
Conoscere le varie espressioni dell’affettivitàAnalizzare la differenziazione sessuale dal punto di vista sociale e culturale
Conoscere il rapporto affettività, sessualità, moralitàAcquisire consapevolezza dell’aspetto culturale e valoriale della connessione tra affettività, sessualità e  moralità

Attività:

  • lettura guidata di testi significativi tratti dall’antologia e dai classici;
  • discussioni guidate;
  • approfondimenti sviluppati tramite film, documentari e presentazioni multimediali.

Modalità di valutazione: prova di composizione scritta italiana sulle tematiche affrontate.

Docenti responsabili: Noemi Ferrari e Marzia Borzi

 

SCIENZE

Periodo di svolgimento: aprile-maggio

Obiettivi formativi:

ConoscenzeCompetenze
Conoscere i cambiamenti fisici e psichici  dell’adolescenzaComprendere i cambiamenti dell’adolescenza e della pubertà
Conoscere il concetto di identità personale sociale e sessualeComprendere la propria identità sessuale: identità di genere e di ruolo sociale
Conoscere  differenze tra i due sessi dal punto di vista fisico e socio-culturaleRiconoscersi uomo. Riconoscersi donna
Conoscere le varie espressioni dell’affettivitàIndividuare il valore della sessualità e dell’affettività
Conoscere il rapporto affettività, sessualità, moralitàAcquisire consapevolezza dell’aspetto culturale e valoriale della connessione tra affettività, sessualità e  moralità
Conoscere l’anatomia dell’apparato riproduttivo, la fecondazione, la nascitaConoscere l’apparato riproduttivo maschile e femminile.

Fecondazione e gravidanza

Attività:

  • analisi degli apparati riproduttivi maschile e femminile nella loro anatomia e fisiologia.

Docenti responsabili: Marta Musatti

 

RELIGIONE

Periodo di svolgimento: febbraio-marzo

Obiettivi formativi:

  • riconoscere la differenza tra amicizia , amore e sessualità;
  • comprendere che la sessualità è un bene da coltivare e da proteggere da possibili deviazioni;
  • favorire la convivenza di maschi e femmine nel rispetto, nella stima e nella collaborazione reciproca;
  • favorire lo sviluppo di capacità di analisi e di riflessione sulla scelta dei propri comportamenti.

Attività:

  • Chi sono? Dietrich Bonhoffer
  • Le dimensioni della persona umana
  • Le quattro tipologie di amore (affetto, amicizia, eros e agape)
  • I linguaggi dell’amore (presentazione in Power Point)
  • Le caratteristiche dell’amore cristiano ( 1 Corinzi 13, 1, 13)
  • Le fasi che portano all’amore vero
  • Testi tratti da canzoni e poesie per l’analisi e la discussione in gruppo
  • La Creazione dell’uomo e della donna: Genesi 1 e 2
  • Riferimenti al Catechismo dei giovani
  • La Cappella Sistina

Modalità di valutazione: quiz o questionario

Docenti responsabili: Guardini Suor Anna Maria

 

Amatevi l’uno con l’altra

Per il poeta libanese Kahlil Gibran  (Bsarri 1883 – New York 1931) l’amore è unione, fusione ma anche rispetto delle differenze di ciascuno dei due. La fedeltà è una scelta da rinnovare quotidianamente come un dono d’amore da offrire all’altro, che a sua volta risponde altrettanto liberamente. Per Gibran le persone che si amano non devono costruire intorno a sé una prigione soffocante fatta di rigide regole a cui adattarsi: devono sentirsi innamorati dell’universo stesso, essere attratti da ogni cosa nuova, arricchiti dalla vita in sé oltre che dalla gioia di avere incontrato la persona più importante della propria vita. 

 

ARTE E IMMAGINE

Periodo di svolgimento: marzo

Obiettivi formativi:

  • riflessione sulle tematiche legate all’affettività;
  • espressione di sé attraverso la creatività.

Attività:

  • l’affettività nell’arte, nelle immagini e nella fotografia.

Docenti responsabili: Marta Travagliati

 

PROGETTO WEB

“SICURO CHE SIA SICURO?”

SICUREZZA SUL WEB

 

Computer, tablet, cellulari, piattaforme virtuali e social media sono strumenti che ormai fanno parte della quotidianità di adulti e ragazzi, che li utilizzano sia come strumento di apprendimento quanto di  socializzazione.

Il Web è un territorio tutto da esplorare pieno di informazioni, immagini, musica, giochi, in cui si possono incontrare gli amici e conoscerne di nuovi, scambiarsi conoscenze e opinioni, ma come ogni viaggio nasconde anche insidie e pericoli che spesso, troppo superficialmente, si ignorano.

Alla generazione virtuale è ormai impossibile proibire di addentrarsi in Internet e viverci attivamente, ma gli educatori hanno il compito di approfondirne la conoscenza, educarsi ed educare ad affrontarne i rischi.

Nasce così questo progetto che si propone come obiettivo l’uso corretto, consapevole e responsabile della rete.

 

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Periodo di svolgimento:Secondo quadrimestre
Obiettivi:Classe Prima:

  • conoscenza della rete Internet e dei principali social network;
  • approfondimento del potenziale informativo, educativo e di supporto allo studio personale del Web;
  • utilizzo di risorse web per ricavare informazioni e approfondire apprendimenti e abilità;
  • conoscenza delle insidie di Internet e capacità di riconoscerle;
  • capacità di comprendere i limiti spazio-temporali della rete e di limitare il coinvolgimento affettivo;
  • conoscenza delle regole del ben-essere online;
  • conoscenza dei principali reati connessi all’uso scorretto del Web e delle relative pene (violazione della privacy, caricamento di file dai contenuti inappropriati, violazione del copyright);
  • Prevenzione di fenomeni quali il cyberbullismo, la cyber addiction (dipendenza da Internet), l’adescamento, il reclutamento, il download di immagini e/o video pornografici e pedopornografici.

Classe seconda:

  • approfondimento sulla gestione della propria identità online (web reputation);
  • riflessione sui propri diritti e doveri online;
  • capacità di valutare l’attendibilità di siti web e delle informazioni da essi trasmesse;
  • utilizzo attivo della rete e di applicazioni digitali per  realizzare i prodotti finali di attività didattiche/progetti.

Classe terza:

  • sviluppo di un atteggiamento critico e responsabile nella fruizione del Web;
  • approfondimento delle modalità di ben-essere online (comunicazione, tutela personale);
  • utilizzo attivo della rete e di applicazioni digitali per  realizzare i prodotti finali di attività didattiche/progetti.
Attività:
  • Lavori di apprendimento cooperativo;
  • discussioni guidate;
  • letture di testi significativi e visione di video;
  • esplorazione di risorse didattiche online;
  • utilizzo attivo di risorse web;
  • utilizzo del videogioco didattico «Happy Onlife», sviluppato dall’Unione Europea;
  • incontro con i Carabinieri di Castiglione delle Stiviere sui temi della legalità e della navigazione sicura.
Modalità di valutazione:La valutazione del percorso viene effettuata  in itinere, in quanto gli studenti verranno monitorati nel corso delle attività proposte. Svolgeranno, inoltre, dei lavori scritti (questionari o temi somministrati dall’insegnante di lettere) per verificare la comprensione del progetto e il raggiungimento degli obiettivi.
Docenti responsabili:
  • Borzi Marzia;
  • Noemi Ferrari;
  • Sibilla Peverada;
  • Silvia Verità.

Ogni docente a prescindere dalla materia può affrontare un percorso di media education, promuovendo sia la conoscenza tecnica degli strumenti sia il loro utilizzo responsabile.

 

ATTIVITÀ DIDATTICHE DISCIPLINARI E PLURIDISCIPLINARI

Anno scolastico 2015-2016

 

PROGETTO BIBLIOTECA    

(in collaborazione con la Biblioteca comunale di Castiglione delle Stiviere)

 

1) Viaggio nel Palazzo dei libri

Classi di riferimento:Classe prima
Obiettivi:
  • Promuovere la biblioteca come centro di informazione e formazione permanente, con particolare attenzione alle nuove tecnologie;
  • appassionare i ragazzi alla lettura;
  • far conoscere la storia di Palazzo Pastore e della famiglia che lo ha abitato.
Attività:Visita guidata del palazzo ed inquadramento storico-economico della famiglia Pastore nel territorio dell’Alto Mantovano.
Periodo di svolgimento:19/04/2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Peverada Sibilla

 

2) La biblioteca On-Line

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Promuovere la biblioteca come centro di informazione e formazione permanente, con particolare attenzione alle nuove tecnologie;
  • appassionare i ragazzi alla lettura;
  • far conoscere i servizi della biblioteca, con particolare riferimento alla “sala ragazzi” (struttura, sezioni, generi, disposizione dei libri nelle scaffalature);
  • visualizzare il funzionamento del catalogo on-line delle biblioteche (accesso, ricerche, prenotazioni e proroghe);
  • visualizzare il funzionamento della biblioteca digitale MediaLibrary On-Line (download di e-book, musica e film).
Attività:
  • Presentazione della biblioteca e dei suoi servizi da parte di personale della struttura;
  • presentazione del catalogo on-line e della biblioteca digitale MediaLibrary On-Line;
  • attività di laboratorio.
Periodo di svolgimento:Primavera
Docenti responsabili:Proff.sse Borzi Marzia e Ferrari Noemi

 

3) Marc Chagall

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Promuovere la biblioteca come centro di informazione e formazione permanente, con particolare attenzione alle nuove tecnologie;
  • approfondire la conoscenza della figura e dell’opera di Marc Chagall;
  • rielaborare gli apprendimenti in un’attività di sintesi;
  • collaborare nel lavoro di gruppo;
  • sviluppare creatività e senso di iniziativa.
Attività:
  • Presentazione della vita e delle opere di Chagall, con particolare attenzione al rapporto con la moglie Bella;
  • analisi di testi tratti dall’autobiografia dell’artista e dal diario personale di Bella;
  • attività laboratoriale;
  • esposizione dei lavori realizzati presso la Biblioteca comunale, in occasione della “Festa dei libri e dei lettori”.
Periodo di svolgimento:Attività in biblioteca:17/03/2016; esposizione dei lavori: 28/05/2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Travagliati Marta

 

IL VALORE DEL VOLONTARIATO

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Approfondire la conoscenza delle associazioni di volontariato del territorio;
  • comprendere la motivazione delle persone che si dedicano al volontariato;
  • sensibilizzare gli studenti circa l’importanza della donazione;
  • promuovere i valori della solidarietà sociale e la cultura del dono.
Attività:
  • Incontro con un volontario Avis e un volontario Aido, che illustrano  agli studenti le loro esperienze.
Periodo di svolgimento:Primavera
Docenti responsabili:Proff.sse Semeraro Grazia e Maghella Paola

 

CONCORSO MIUR «VORREI UNA LEGGE CHE…»

Classi di riferimento:Classe prima
Obiettivi:
  • Favorire atteggiamenti di collaborazione, discussione rispettosa e condivisione di idee all’interno del gruppo classe;
  • prendere coscienza della complessità del processo di discussione e approvazione delle leggi;
  • comprendere la necessità del rispetto delle regole per la convivenza pacifica.
Attività:
  • Elaborazione condivisa di una proposta di legge che interessi i       preadolescenti;
  • illustrazione del progetto attraverso forme espressive artistiche e multimediali;
  • stesura di un “diario di bordo” che documenti il percorso svolto.
Periodo di svolgimento:Ottobre 2015-gennaio 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Peverada Sibilla

 

EDUCAZIONE AMBIENTALE

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Sensibilizzare i ragazzi sulla necessità della tutela dell’ambiente;
  • promuovere comportamenti virtuosi finalizzati alla salvaguardia ambientale.
Attività:
  • Attività di approfondimento supportate dalla lettura di alcuni brani tratti dall’enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”.
Periodo di svolgimento:Ottobre 2015
Docenti responsabili:Prof.ssa Semeraro Grazia

 

SICUREZZA ELETTRICA DOMESTICA

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Rendere i ragazzi consapevoli del rischio elettrico domestico;
  • prevenire l’utilizzo improprio di apparecchi elettrici e la diffusione di comportamenti pericolosi.
Attività:
  • Illustrazione delle norme di sicurezza degli impianti;
  • presentazione delle pratiche di prevenzione dei rischi e tutela della salute in ambiente domestico.
Periodo di svolgimento:Primavera
Docenti responsabili:Prof.ssa Verità Silvia

 

URBANISTICA ED ORGANIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Classi di riferimento:Classe prima
Obiettivi:
  • Comprendere la struttura delle aree urbane e la funzione specifica di ogni zona;
  • cogliere la relazione tra sviluppo urbanistico e dinamiche economico-sociali;
  • applicare le conoscenze teoriche all’analisi del territorio.
Attività:
  • Geografia: presentazione della struttura funzionale delle città.
  • Tecnologia: individuazione delle differenti aree funzionali su materiale cartografico relativo al comune di Castiglione delle Stiviere.
Periodo di svolgimento:Primavera
Docenti responsabili:Proff.sse Peverada Sibilla e Verità Silvia

 

 

EDUCAZIONE STRADALE  (in collaborazione con la Polizia Locale)

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Approfondire la conoscenza delle regole della sicurezza stradale;
  • promuovere comportamenti consapevoli e responsabili nella circolazione a piedi, in bicicletta e in motorino.
Attività:
  • incontro con un rappresentante della Polizia Locale.
Periodo di svolgimento:06/05/2016, 07/05/2016

 

PICCOLI CICERONI: PRESENTAZIONE DI CASTIGLIONE DELLE STIVIERE

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Sensibilizzare i ragazzi sul valore storico-artistico del territorio in cui vivono;
  • conoscere il patrimonio storico, artistico e culturale del comune di Castiglione delle Stiviere;
  • approfondire la storia locale;
  • promuovere l’incontro tra generazioni, accomunate dalla comune identità culturale legate al territorio.
Attività:
  • Ricerca guidata di informazioni su elementi caratteristici e significativi della città di Castiglione delle Stiviere, tramite materiale bibliografico e digitale.
  • esposizione dei risultati delle ricerche in una visita guidata presso i luoghi storico-artistici più interessanti di Castiglione; la visita è condotta dagli studenti e ha come pubblico le loro famiglie.
Periodo di svolgimento:realizzazione del progetto: gennaio-maggio 2016; visita guidata: 04/06/16
Docenti responsabili:Proff.sse Borzi Marzia e Ferrari Noemi

 

PRIMO SOCCORSO

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Obiettivi:
  • Apprendere le nozioni di base del Primo Soccorso.
Attività:
  • Illustrazione dei fondamenti del Primo Soccorso;
  • presentazione delle modalità di primo intervento in situazioni di urgenza.
Periodo di svolgimento:Gennaio 2016
Docenti responsabili:Prof. Margonari Umberto

 

GIORNATE DELLO SPORT

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Obiettivi:
  • Sviluppare uno spirito di sana competizione e collaborazione tra i ragazzi.
Attività:
  • Tornei di calcio e pallavolo.
Periodo di svolgimento:07/06/2016, 08/06/2016
Docenti responsabili:Prof. Margonari Umberto

 

GIORNATA DELLA MEMORIA

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Sensibilizzare gli studenti sulla tematica dell’Olocausto;
  • promuovere i valori del rispetto e della tolleranza verso il prossimo;
  • prevenire atteggiamenti di discriminazione.
Attività:
  • Visione del film «La vita è bella» e riflessione sui temi trattati.
Periodo di svolgimento:27 gennaio 2016

 

LA SACRA SINDONE

Classi di riferimento:Classi prime e seconde
Obiettivi:
  • Conoscere la storia e il valore della Sacra Sindone;
  • sviluppare un approccio emotivo personale nell’accostamento alla Sindone.
Obiettivi:
  • Presentazione dell’immagine sindonica condotta dall’esperto fra Claudio Mazzoni.
Periodo di svolgimento:10 marzo 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Guardini Suor Anna Maria

 

LA VITA FRANCESCANA

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Conoscere i valori dello stile di vita francescano.
Attività:
  • Incontro con le Sorelle di San Francesco di Olfino, che illustrano agli studenti lo stile di vita francescano.
Periodo di svolgimento:21 gennaio 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Guardini Suor Anna Maria

 

INCONTRO SULLA LEGALITÀ E LA SICUREZZA WEB

Classi di riferimento:Classi prime, seconde e terze
Obiettivi:
  • Prendere coscienza dei rischi che si possono correre utilizzando il Web in modo superficiale;
  • conoscere le norme per la fruizione legale e sicura di Internet;
  • sensibilizzare sui temi della legalità.
Attività:
  • ncontro in Aula Magna con il Maresciallo Di Nuzzo (Carabinieri di Castiglione delle Stiviere) sui temi della legalità e della sicurezza on-line.
Periodo di svolgimento:4 marzo 2016

 

Anno scolastico 2016-2017

PROGETTO DI ISTITUTO

progetto-istituto-media

  • «LA BULLA DI SAPONE»: SPETTACOLO MUSICALE PRECEDUTO DA UN INCONTRO SUL TEMA DEL BULLISMO
  • PROGETTO BIBLIOTECA
  • CICLO DI INCONTRI SULLA LEGALITÀ (IN COLLABORAZIONE CON LIBERA)
  • PARTECIPAZIONE ALLA GIORNATA DELLA TERRA
  • PARTECIPAZIONE AL SAFER INTERNET DAY
  • SPETTACOLO TEATRALE «I LOVE LONDON» IN LINGUA INGLESE (IN COLLABORAZIONE CON COMPAGNIA TEATRALE ARCADIA)
  • PARTECIPAZIONE AL KANGAROO DI MATEMATICA
  • PICCOLI CICERONI: PRESENTAZIONE MULTIMEDIALE DI CASTIGLIONE DELLE STIVIERE
  • SICUREZZA ELETTRICA DOMESTICA
  • PRIMO SOCCORSO
  • PARTECIPAZIONE AL CONCORSO «PARLAWIKI» SUL TEMA DELLA DEMOCRAZIA E DELLE ISTITUZIONI DELLA REPUBBLICA (concorso bandito da MIUR e Camera dei Deputati)

 

CORSI EXTRACURRICOLARI OPZIONALI

I corsi extracurricolari sono stati organizzati dalla scuola per soddisfare i desiderata delle famiglie, espressi nei questionari di rilevamento compilati all’inizio dell’anno scolastico.

 Anno scolastico 2015-2016

 

LINGUA TEDESCA 1°  LIVELLO

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Apprendere i fondamenti della lingua tedesca, che riveste una notevole importanza nel tessuto economico del territorio;
  • Maturare competenze nella comprensione, produzione scritta e interazione orale in lingua tedesca.
Attività:
  • Studio dei fondamenti grammaticali della lingua tedesca;
  • attività di produzione scritta e orale;
  • attività di lettura e comprensione.
Periodo di svolgimento:Gennaio-maggio 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Destro Elisa

 

LINGUA TEDESCA 2° LIVELLO

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Approfondire la conoscenza della lingua tedesca, che riveste una notevole importanza nel tessuto economico del territorio;
  • migliorare le competenze nella comprensione, produzione scritta e interazione orale in lingua tedesca.
Attività:
  • Studio delle strutture grammaticali della lingua tedesca;
  • attività di produzione scritta e orale;
  • attività di lettura e comprensione.
Periodo di svolgimento:Gennaio-maggio 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Destro Elisa

 

INTRODUZIONE AL LATINO

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Apprendere i fondamenti della lingua latina, in vista di un approfondimento della stessa in un percorso di studi liceale;
  • avviare gli studenti alla traduzione dal latino.
Attività:
  • Studio delle nozioni fondamentali di grammatica latina;
  • attività di traduzione dal latino.
Periodo di svolgimento:Febbraio-aprile 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Peverada Sibilla

 

PHOTOSHOP

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Avviare all’utilizzo del software Photoshop e le sue potenzialità nella gestione delle immagini digitali e della computer grafica;
  • produrre elaborati digitali.
Attività:
  • Avviamento all’utilizzo di Photoshop per il trattamento delle immagini digitali;
  • attività laboratoriali.
Periodo di svolgimento:Aprile-maggio 2016
Docenti responsabili:Prof.ssa Travagliati Marta

 

FLAUTO FIFE

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Avvicinare gli studenti alla pratica musicale affinando la sensibilità all’ascolto e al ritmo in modo coinvolgente e ricreativo.
Attività:
  • Avviamento all’utilizzo del flauto fife (simile al flauto traverso);
  • esecuzione musicale.
Periodo di svolgimento:Gennaio-marzo 2016
Docenti responsabili:Prof. Mazza Mario

 

ATLETICA

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Promuovere la pratica dell’atletica leggera;
  • sviluppare uno spirito di sana competizione e collaborazione.
Attività:
  • Pratica delle varie discipline sportive dell’atletica.
Periodo di svolgimento:Marzo-maggio 2016
Docenti responsabili:Prof. Margonari Umberto

 

CUCINA TRADIZIONALE

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Imparare a cucinare ricette semplici e a mangiare bene in un’atmosfera coinvolgente;
  • scoprire i piatti tipici del territorio.
Attività:
  • Preparazione di ricette di piatti tradizionali (gnocchi, pasta all’uovo, malfatti, capunsei, crespelle).
Periodo di svolgimento:Primo gruppo: gennaio 2016

 

Secondo gruppo: febbraio 2016

 

Docenti responsabili:Prof.ssa Tomasi Franca

 

Anno scolastico 2016-2017

 

LINGUA TEDESCA 1°  LIVELLO

Classi di riferimento:Classi seconde
Obiettivi:
  • Apprendere i fondamenti della lingua tedesca, che riveste una notevole importanza nel tessuto economico del territorio;
  • Maturare competenze nella comprensione, produzione scritta e interazione orale in lingua tedesca.
Attività:
  • Studio dei fondamenti grammaticali della lingua tedesca;
  • attività di produzione scritta e orale;
  • attività di lettura e comprensione.
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:Prof.ssa Destro Elisa

 

LINGUA TEDESCA 2° LIVELLO

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Approfondire la conoscenza della lingua tedesca, che riveste una notevole importanza nel tessuto economico del territorio;
  • migliorare le competenze nella comprensione, produzione scritta e interazione orale in lingua tedesca.
Attività:
  • Studio delle strutture grammaticali della lingua tedesca;
  • attività di produzione scritta e orale;
  • attività di lettura e comprensione.
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:Prof.ssa Destro Elisa

 

INTRODUZIONE AL LATINO

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Apprendere i fondamenti della lingua latina, in vista di un approfondimento della stessa in un percorso di studi liceale;
  • avviare gli studenti alla traduzione dal latino.
Attività:
  • Studio delle nozioni fondamentali di grammatica latina;
  • attività di traduzione dal latino.
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:Prof.ssa Ferrari Noemi

 

PHOTOSHOP 1° LIVELLO

Classi di riferimento:Classi prime e seconde
Obiettivi:
  • Avviare all’utilizzo del software Photoshop e le sue potenzialità nella gestione delle immagini digitali e della computer grafica;
  • produrre elaborati digitali.
Attività:
  • Avviamento all’utilizzo di Photoshop per il trattamento delle immagini digitali
  • attività laboratoriali.
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:Prof.ssa Travagliati Marta

 

PHOTOSHOP 2° LIVELLO

Classi di riferimento:Classi seconde e terze
Obiettivi:
  • Approfondire l’utilizzo del software Photoshop e le sue potenzialità nella gestione delle immagini digitali e della computer grafica;
  • produrre elaborati digitali.
Attività:
  • Approfondimento dell’utilizzo di Photoshop per il trattamento delle immagini digitali;
  • attività laboratoriali.
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:Prof.ssa Travagliati Marta

 

FLAUTO FIFE

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Avvicinare gli studenti alla pratica musicale affinando la sensibilità all’ascolto e al ritmo in modo coinvolgente e ricreativo.
Attività:
  • Avviamento all’utilizzo del flauto fife (simile al flauto traverso);
  • esecuzione musicale.
Periodo di svolgimento:Gennaio-marzo 2016
Docenti responsabili:Prof. Mazza Mario

 

ATLETICA

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Promuovere la pratica dell’atletica leggera;
  • sviluppare uno spirito di sana competizione e collaborazione.
Attività:
  • Pratica delle varie discipline sportive dell’atletica.
Periodo di svolgimento:Marzo-maggio 2016
Docenti responsabili:Prof. Margonari Umberto

 

CUCINA TRADIZIONALE

Classi di riferimento:Classi prime, seconde, terze
Obiettivi:
  • Imparare a cucinare ricette semplici e a mangiare bene in un’atmosfera coinvolgente;
  • scoprire i piatti tipici del territorio.
Attività:
  • Preparazione di ricette di piatti tradizionali (gnocchi, pasta all’uovo, malfatti, capunsei, crespelle).
Periodo di svolgimento:
Docenti responsabili:

 

POTENZIAMENTO DI MATEMATICA

Classi di riferimento:Classi terze
Obiettivi:
  • Preparazione all’Esame di Stato
Attività:
  • Esercitazioni di matematica e geometria in preparazione allo svolgimento della Prova nazionale (Invalsi) dell’Esame di Stato.
Periodo di svolgimento:Febbraio 2017
Docenti responsabili:Prof.ssa Maghella Paola